I Musei civici a Lecco

Villa Manzoni

Villa Manzoni,residenza della famiglia Manzoni per due secoli, venne venduta nel 1818 dallo scrittore alla famiglia Scola, che la mantenne inalterata fino agli anni 60di questo secolo, quando venne ceduta al Comune di Lecco. In questa villa il Manzoni trascorse quasi tutta la sua infanzia e adolescenza. L’edificio ospita il Museo Manzoniano, la Galleria d’arte, la Biblioteca Specializzata dei musei, la sezione separata d’archivio e espone, in 10 sale, prime edizioni, manoscritti, cimeli riguardanti la vita e le opere di Alessandro Manzoni. Al piano terra sono rimasti intatti gli arredamenti originali del 1818. Nelle galleria comunale d’arte, che va dal XVI al XX secolo, vi sono eposte molte opere di artisti lecchesi che comprendono 400 dipinti e 2000 stampe e incisioni.
Villa Manzoni: Museo Manzoniano e Galleria Comunale d’arte
via Guannella 7 Lecco – Tel.0341/481249 – 481247 – Fax. 0341/369251
Orario: 9.30-17.30 chiusura il Lunedì.

Palazzo Belgiojoso

Palazzo Belgiojoso edificato tra la fine del XVII e inizio XVII secolo per la famiglia Locatelli di Valle Imagna fu ristrutturato nel 1774 e venduto ai principi Belgiojoso d’Este, da prende il nome. Fondato nel 1928, il museo ospita collezioni Naturalistiche disposte in 12 sale, contenenti un’ampia raccolta di reperti, buona parte dei quali preparati dallo stesso fondatore del museo: Carlo Vercelloni. Inoltre vi sono esposte delle collezioni Mineralogiche provenienti dalla valli eMuseo Belgiojoso montagne circostanti, esposte nella XII sala.
Il Museo Archeologico (otto sale per reperti provenienti da tutta la Provincia, dal Paleolitico Medio all’Alto Medioevo, nonché i corredi tombali celtici della Prima e Seconda Età del ferro e l’oreficeria altomedievale)
Il Museo di Storia Naturale (che ospita in dodici sale collezioni zoologiche e paleontologiche tra cui il rarissimo Lariosauro)
La Sala Virtuale dell’Industria Lecchese (che illustra una delle più importanti realtà industriali del Paese dalla Rivoluzione Industriale in poi); il Museo Storico (che raccoglie collezioni riguardanti la storia contemporanea del territorio lecchese)
Il Planetario Città di Lecco (dove si organizzano proiezioni di astronomia, conferenze ed osservazioni del cielo).

Palazzo Belgiojoso:

Museo di Storia Naturale
Museo Archeologico
Museo Storico: Sale della Resistenza
Planetario Città di Lecco

Corso Matteotti 32 Lecco – Tel. 0341/481248
Orario: 9.30-14.00 chiusura il Lunedì

Torre Viscontea

La torre fino al 1782 faceva parte di una cinta di mura che fortificavano LeTorre Visconteacco,in quello stesso anno, per ordine dell’imperatore Giuseppe II, le mura furono abbattute e rimase solo la torre, che restaurata nel1816 da Giuseppe Bovara, fu poi utilizzata come carcere. Nel 1932 fu ceduta dallo Stato al comune e venne utilizzata come museo della resistenza, ora ospita la sala mostre del comune di Lecco. Aperta per mostre temporanee e come museo della montagna. Le visite sono gestite dai volontari del C.A.I. su appuntamento.
La Torre è situata in centro Lecco, nella Piazza XX Settembre, per appuntamenti visite telefonare al 0341/282396, volontari del C.A.I.

Museo della seta Abegg

Aperto nel 1935 dalla famiglia svizzera Abegg, proprietaria di setifici, è Museo di Garlatededicato all’archeologia industriale della seta, ed è ospitato in un’antica filanda. Fu il primo museo della seta al Mondo, vi sono esposte antiche macchine, tra cui un torcitoio circolare in perfetto stato.
Il museo è situato a Garlate in via Statale n°490, è aperto alla domenica dalle ore 10.00 alle 12.00 e dalla ore 14.00 alee ore 18.00, per gli gli altri giorni è possibile visitarlo tramite appuntamento, telefonando al 0341/701139.